Discussione:
[OT] che vita demmerda...
(troppo vecchio per rispondere)
meimato
2014-09-05 08:16:56 UTC
Permalink
mi ha colpito la prima lettera dello spazio lamentele per vecchi (quindi lo leggo sempre e ogni tanto ci scrivo) de LaStampa di oggi (specchio dei tempi), incredibile come gente ti possa rovinare la vita (ovviamente solo una campana):

<<Abito con la mia fidanzata in via Sacchi, a Torino. Nel condominio c' è un appartamento messo a disposizione di chi ne ha bisogno dal Cottolengo, esattamente sotto al mio. Purtroppo però recentemente uno dei componenti della famiglia che abita al piano di sotto ha iniziato a soffrire di disturbi mentali di tipo allucinatorio. Tutto è cominciato tre mesi fa con le prime minacce uscite dalla bocca di un ragazzo di 21 anni che non articolava un pensiero di senso compiuto.
<<Una volta superato il dispiacere e il fastidio, io e la mia fidanzata abbiamo ricominciato la vita di sempre, dimenticando l'accaduto. Purtroppo però le minacce sono diventate sempre più insistenti, sia verbali e sia scritte fino a che i deliri del ragazzo sono diventati violenti e sono sfociati in martellate contro la nostra porta di casa.
<<Abbiamo fatto querele, ci siamo rivolti all'Asl, alla Polizia e ai Carabinieri ma nulla è cambiato. A metà luglio il ragazzo mi ha aggredito fisicamente senza alcun motivo sulla porta di casa sferrando pugni e calci e tentando di strozzarmi. Non riuscendo ad avere la meglio ha tentato di andare a prendere di nuovo il martello, ma è stato bloccato dalla madre .
<<Sono intervenuti i carabinieri insieme all'ambulanza. Il medico dell'ambulanza è giunto sul posto senza psichiatra e così, a causa della sua incompetenza, il Tso non è stato attivato. Mi sono ritrovato quindi all'Ospedale Mauriziano, al pronto soccorso, insieme al giovane fuori di sé. Solamente grazie all'intelligenza e alla responsabilità dei carabinieri è stato possibile, dopo mille richieste anche da parte dei familiari del ragazzo, ottenere per lui un colloquio con uno psichiatra. Sono passati pochi minuti dall'inizio del colloquio a quando sono arrivati in quattro, tra infermieri e guardie giurate, per tenerlo fermo e procedere al ricovero coatto.
<<Il ragazzo è stato ricoverato 15 giorni che noi abbiamo utilizzato per fare i bagagli e allontanarci da casa. Ora sono passati 3 mesi dal primo episodio, due querele, diverse martellate visibili sulla nostra porta, un'aggressione fisica con tentato omicidio e un'informativa urgente alla procura della Repubblica e il ragazzo, che tra l'altro ha svariati precedenti, è a casa sua, sotto casa nostra, dove io e la mia fidanzata non possiamo tornare poiché siamo stati informati dalla sorella che ha solo in mente, nei suoi deliri, di prenderci a martellate.
<<Questa è una notizia in anteprima di cronaca nera poiché il lavoro non ci permette di stare lontani da Torino, la giustizia non ci tutela e quindi l'unica soluzione a tutto questo sarà la prossima aggressione nei nostri confronti che si concluderà probabilmente solo quando il pazzo avrà perseguito il suo scopo, cioè ucciderci, o il giorno in cui non avrò più la freddezza e la calma di considerarlo un ragazzino malato e sarò costretto alla legittima difesa>>.
DLL
2014-09-05 08:20:26 UTC
Permalink
Post by meimato
mi ha colpito la prima lettera dello spazio lamentele per vecchi (quindi lo
leggo sempre e ogni tanto ci scrivo) de LaStampa di oggi (specchio dei
tempi), incredibile come gente ti possa rovinare la vita (ovviamente solo una
<<Abito con la mia fidanzata in via Sacchi, a Torino. Nel condominio c' è un
appartamento messo a disposizione di chi ne ha bisogno dal Cottolengo,
esattamente sotto al mio. Purtroppo però recentemente uno dei componenti
della famiglia che abita al piano di sotto ha iniziato a soffrire di disturbi
mentali di tipo allucinatorio. Tutto è cominciato tre mesi fa con le prime
minacce uscite dalla bocca di un ragazzo di 21 anni che non articolava un
pensiero di senso compiuto. <<Una volta superato il dispiacere e il
fastidio, io e la mia fidanzata abbiamo ricominciato la vita di sempre,
dimenticando l'accaduto. Purtroppo però le minacce sono diventate sempre più
insistenti, sia verbali e sia scritte fino a che i deliri del ragazzo sono
diventati violenti e sono sfociati in martellate contro la nostra porta di
casa. <<Abbiamo fatto querele, ci siamo rivolti all'Asl, alla Polizia e ai
Carabinieri ma nulla è cambiato. A metà luglio il ragazzo mi ha aggredito
fisicamente senza alcun motivo sulla porta di casa sferrando pugni e calci e
tentando di strozzarmi. Non riuscendo ad avere la meglio ha tentato di andare
a prendere di nuovo il martello, ma è stato bloccato dalla madre . <<Sono
intervenuti i carabinieri insieme all'ambulanza. Il medico dell'ambulanza è
giunto sul posto senza psichiatra e così, a causa della sua incompetenza, il
Tso non è stato attivato. Mi sono ritrovato quindi all'Ospedale Mauriziano,
al pronto soccorso, insieme al giovane fuori di sé. Solamente grazie
all'intelligenza e alla responsabilità dei carabinieri è stato possibile,
dopo mille richieste anche da parte dei familiari del ragazzo, ottenere per
lui un colloquio con uno psichiatra. Sono passati pochi minuti dall'inizio
del colloquio a quando sono arrivati in quattro, tra infermieri e guardie
giurate, per tenerlo fermo e procedere al ricovero coatto. <<Il ragazzo è
stato ricoverato 15 giorni che noi abbiamo utilizzato per fare i bagagli e
allontanarci da casa. Ora sono passati 3 mesi dal primo episodio, due
querele, diverse martellate visibili sulla nostra porta, un'aggressione
fisica con tentato omicidio e un'informativa urgente alla procura della
Repubblica e il ragazzo, che tra l'altro ha svariati precedenti, è a casa
sua, sotto casa nostra, dove io e la mia fidanzata non possiamo tornare
poiché siamo stati informati dalla sorella che ha solo in mente, nei suoi
deliri, di prenderci a martellate. <<Questa è una notizia in anteprima di
cronaca nera poiché il lavoro non ci permette di stare lontani da Torino, la
giustizia non ci tutela e quindi l'unica soluzione a tutto questo sarà la
prossima aggressione nei nostri confronti che si concluderà probabilmente
solo quando il pazzo avrà perseguito il suo scopo, cioè ucciderci, o il
giorno in cui non avrò più la freddezza e la calma di considerarlo un
ragazzino malato e sarò costretto alla legittima difesa>>.
che si compri al ragazzo un martello di gommapiuma.

problem solved.

sono 200€, grazie.
meimato
2014-09-05 08:23:29 UTC
Permalink
Post by DLL
che si compri al ragazzo un martello di gommapiuma.
problem solved.
sono 200ï¿oe, grazie.
dollo mr wolf
IL GIUDICE DI DiOS
2014-09-05 08:47:33 UTC
Permalink
Post by DLL
Post by meimato
mi ha colpito la prima lettera dello spazio lamentele per vecchi (quindi
lo > leggo sempre e ogni tanto ci scrivo) de LaStampa di oggi (specchio
dei > tempi), incredibile come gente ti possa rovinare la vita
<<Abito con la mia fidanzata in via Sacchi, a Torino. Nel condominio c'
è un > appartamento messo a disposizione di chi ne ha bisogno dal
Cottolengo, > esattamente sotto al mio. Purtroppo però recentemente uno
dei componenti > della famiglia che abita al piano di sotto ha iniziato
a soffrire di disturbi > mentali di tipo allucinatorio. Tutto è
cominciato tre mesi fa con le prime > minacce uscite dalla bocca di un
ragazzo di 21 anni che non articolava un > pensiero di senso compiuto.
<<Una volta superato il dispiacere e il > fastidio, io e la mia
fidanzata abbiamo ricominciato la vita di sempre, > dimenticando
l'accaduto. Purtroppo però le minacce sono diventate sempre più >
insistenti, sia verbali e sia scritte fino a che i deliri del ragazzo
sono > diventati violenti e sono sfociati in martellate contro la nostra
porta di > casa. <<Abbiamo fatto querele, ci siamo rivolti all'Asl,
alla Polizia e ai > Carabinieri ma nulla è cambiato. A metà luglio il
ragazzo mi ha aggredito > fisicamente senza alcun motivo sulla porta di
casa sferrando pugni e calci e > tentando di strozzarmi. Non riuscendo
ad avere la meglio ha tentato di andare > a prendere di nuovo il
martello, ma è stato bloccato dalla madre . <<Sono > intervenuti i
carabinieri insieme all'ambulanza. Il medico dell'ambulanza è > giunto
sul posto senza psichiatra e così, a causa della sua incompetenza, il >
Tso non è stato attivato. Mi sono ritrovato quindi all'Ospedale
Mauriziano, > al pronto soccorso, insieme al giovane fuori di sé.
Solamente grazie > all'intelligenza e alla responsabilità dei
carabinieri è stato possibile, > dopo mille richieste anche da parte dei
familiari del ragazzo, ottenere per > lui un colloquio con uno
psichiatra. Sono passati pochi minuti dall'inizio > del colloquio a
quando sono arrivati in quattro, tra infermieri e guardie > giurate, per
tenerlo fermo e procedere al ricovero coatto. <<Il ragazzo è > stato
ricoverato 15 giorni che noi abbiamo utilizzato per fare i bagagli e >
allontanarci da casa. Ora sono passati 3 mesi dal primo episodio, due >
querele, diverse martellate visibili sulla nostra porta, un'aggressione
Post by meimato
fisica con tentato omicidio e un'informativa urgente alla procura
della > Repubblica e il ragazzo, che tra l'altro ha svariati
precedenti, è a casa > sua, sotto casa nostra, dove io e la mia
fidanzata non possiamo tornare > poiché siamo stati informati dalla
sorella che ha solo in mente, nei suoi > deliri, di prenderci a
martellate. <<Questa è una notizia in anteprima di > cronaca nera
poiché il lavoro non ci permette di stare lontani da Torino, la >
giustizia non ci tutela e quindi l'unica soluzione a tutto questo sarà
la > prossima aggressione nei nostri confronti che si concluderà
probabilmente > solo quando il pazzo avrà perseguito il suo scopo, cioè
ucciderci, o il > giorno in cui non avrò più la freddezza e la calma di
considerarlo un > ragazzino malato e sarò costretto alla legittima difesa>>.
che si compri al ragazzo un martello di gommapiuma.
problem solved.
sono 200€, grazie.
ahahaha
DLL
2014-09-05 08:29:38 UTC
Permalink
Post by meimato
mi ha colpito la prima lettera dello spazio lamentele per vecchi (quindi lo
leggo sempre e ogni tanto ci scrivo) de LaStampa di oggi (specchio dei
tempi), incredibile come gente ti possa rovinare la vita (ovviamente solo
<<Abito con la mia fidanzata in via Sacchi, a Torino. Nel condominio c' è
un appartamento messo a disposizione di chi ne ha bisogno dal Cottolengo,
esattamente sotto al mio. Purtroppo però recentemente uno dei componenti
della famiglia che abita al piano di sotto ha iniziato a soffrire di
disturbi mentali di tipo allucinatorio. Tutto è cominciato tre mesi fa con
le prime minacce uscite dalla bocca di un ragazzo di 21 anni che non
articolava un pensiero di senso compiuto. <<Una volta superato il
dispiacere e il fastidio, io e la mia fidanzata abbiamo ricominciato la
vita di sempre, dimenticando l'accaduto. Purtroppo però le minacce sono
diventate sempre più insistenti, sia verbali e sia scritte fino a che i
deliri del ragazzo sono diventati violenti e sono sfociati in martellate
contro la nostra porta di casa. <<Abbiamo fatto querele, ci siamo rivolti
all'Asl, alla Polizia e ai Carabinieri ma nulla è cambiato. A metà luglio
il ragazzo mi ha aggredito fisicamente senza alcun motivo sulla porta di
casa sferrando pugni e calci e tentando di strozzarmi. Non riuscendo ad
avere la meglio ha tentato di andare a prendere di nuovo il martello, ma è
stato bloccato dalla madre . <<Sono intervenuti i carabinieri insieme
all'ambulanza. Il medico dell'ambulanza è giunto sul posto senza psichiatra
e così, a causa della sua incompetenza, il Tso non è stato attivato. Mi
sono ritrovato quindi all'Ospedale Mauriziano, al pronto soccorso, insieme
al giovane fuori di sé. Solamente grazie all'intelligenza e alla
responsabilità dei carabinieri è stato possibile, dopo mille richieste
anche da parte dei familiari del ragazzo, ottenere per lui un colloquio con
uno psichiatra. Sono passati pochi minuti dall'inizio del colloquio a
quando sono arrivati in quattro, tra infermieri e guardie giurate, per
tenerlo fermo e procedere al ricovero coatto. <<Il ragazzo è stato
ricoverato 15 giorni che noi abbiamo utilizzato per fare i bagagli e
allontanarci da casa. Ora sono passati 3 mesi dal primo episodio, due
querele, diverse martellate visibili sulla nostra porta, un'aggressione
fisica con tentato omicidio e un'informativa urgente alla procura della
Repubblica e il ragazzo, che tra l'altro ha svariati precedenti, è a casa
sua, sotto casa nostra, dove io e la mia fidanzata non possiamo tornare
poiché siamo stati informati dalla sorella che ha solo in mente, nei suoi
deliri, di prenderci a martellate. <<Questa è una notizia in anteprima di
cronaca nera poiché il lavoro non ci permette di stare lontani da Torino,
la giustizia non ci tutela e quindi l'unica soluzione a tutto questo sarà
la prossima aggressione nei nostri confronti che si concluderà
probabilmente solo quando il pazzo avrà perseguito il suo scopo, cioè
ucciderci, o il giorno in cui non avrò più la freddezza e la calma di
considerarlo un ragazzino malato e sarò costretto alla legittima difesa>>.
guarda, amica carissima è in una situazione veramente simile, e so per certo
che è tutto vero perchè sono persino andato in procura con lei.
questo è pazzo, non lavora, seguito dai servizi sociali. da quando lei è
andata ad abitare sopra di lui, questo è impazzito, dice che lei sposta i
mobili alle tre di notte, che fa casino, ecc.
lui quindi ha iniziato con minacce verbali, poi calci e martellate (sigh)
alla porta, poi bucato le gomme della macchina, e sfasciato a calci la
portiera (purtroppo non hanno box). è arrivato alle minacce fisiche ma lei è
una che si sa difendere quindi si è ben guardato dall'attuarle.
lei ovviamente si è mossa con tutti, carabinieri avvocati polizia, querele
diffide ecc, ma prima di tutto i vicini omertosi non vogliono testimoniare,
pur avendo visto tutti in prima persona gli episodi, e questo è un grave
problema perchè è la sua parola contro quella del pazzo.
in queste condizioni, la polizia non può fare praticamente nulla, fino a che
appunto non ci sarà una violenza fisica...praticamente aspettano il morto per
salvarlo.
siamo all'assurdo, questo non è pazzo ma solo un po psicopatico, l'unica
sarebbe coricarlo di mazzate e fargliela capire, ma purtroppo passeremo noi
dalla parte del torto, che "poverino è anche seguito dai servizi sociali"
(cit del commissario)
digni alla tu amica de trombare de meno o de scenne dal letto.
meimato
2014-09-05 08:34:25 UTC
Permalink
Post by DLL
digni alla tu amica de trombare de meno o de scenne dal letto.
davvero... quelli in mansarda sopra mia camera da letto ogni fottuto fine settimana via a far sbattere sto letto contro il muro... dong dong dong gnic gnic gnic ma niente grida godute (che altrimenti fsg), solo rumori del letto, tipo alle 4-5 del mattino quando ritornano dalla disco, tamarri di merda.
Dovrò andar su col martello che pare un must
Soprano
2014-09-05 08:37:16 UTC
Permalink
Post by meimato
Post by DLL
digni alla tu amica de trombare de meno o de scenne dal letto.
davvero... quelli in mansarda sopra mia camera da letto ogni fottuto fine settimana via a far sbattere sto letto contro il muro... dong dong dong gnic gnic gnic ma niente grida godute (che altrimenti fsg), solo rumori del letto, tipo alle 4-5 del mattino quando ritornano dalla disco, tamarri di merda.
Dovrò andar su col martello che pare un must
anni fa c'avevo vicini iperabitudinari, mini-trombatina ogni sabato mattina alle 10, ci potevi rimettere l'orologio. Anche gli urletti duravano max 10 secondi. Li chiamavo "10 seconds neighboors"
Trappole sul Finale
2014-09-05 12:25:22 UTC
Permalink
Post by Soprano
anni fa c'avevo vicini iperabitudinari, mini-trombatina ogni sabato
mattina alle 10, ci potevi rimettere l'orologio. Anche gli urletti
duravano max 10 secondi. Li chiamavo "10 seconds neighboors"
'striaci
--
Stefano
meimato
2014-09-05 08:31:40 UTC
Permalink
"poverino ï¿oe anche seguito dai
servizi sociali" (cit del commissario)
a commissa', ma vaffanculo!
Soprano
2014-09-05 08:35:30 UTC
Permalink
siamo all'assurdo, questo non ï¿oe pazzo ma solo un po psicopatico,
l'unica sarebbe coricarlo di mazzate e fargliela capire, ma purtroppo
passeremo noi dalla parte del torto, che "poverino ï¿oe anche seguito dai
servizi sociali" (cit del commissario)
questo è uno dei grandi vantaggi di vivere in affitto: succede una cosa del genere, il giorno dopo sei fuori casa e problem solved
DLL
2014-09-05 08:36:17 UTC
Permalink
Post by Soprano
siamo all'assurdo, questo non ï¿oe pazzo ma solo un po psicopatico,
l'unica sarebbe coricarlo di mazzate e fargliela capire, ma purtroppo
passeremo noi dalla parte del torto, che "poverino ï¿oe anche seguito dai
servizi sociali" (cit del commissario)
questo è uno dei grandi vantaggi di vivere in affitto: succede una cosa del
genere, il giorno dopo sei fuori casa e problem solved
..e' si. comodissimo.
iceman
2014-09-05 08:42:13 UTC
Permalink
Post by Soprano
siamo all'assurdo, questo non ï¿oe pazzo ma solo un po psicopatico,
l'unica sarebbe coricarlo di mazzate e fargliela capire, ma purtroppo
passeremo noi dalla parte del torto, che "poverino ï¿oe anche seguito dai
servizi sociali" (cit del commissario)
questo è uno dei grandi vantaggi di vivere in affitto: succede una cosa del
genere, il giorno dopo sei fuori casa e problem solved
dai l'affitto sono i soldi piu buttati del mondo. paghi per anni e ti
ritrovi con un pugno di mosche in mano.
il problema è che non sai mai che vicini avrai finchè non vai
fisicamente a vivere in una casa, mica puoi fare un indagine prima di
comprarla...
il problema piu grave in realtà è che la polizia non possa/voglia fare
nulla per risolvere questa situazione, magari andando semplicemente a
rompere spesso i coglioni al ragazzo e a controllare la situazione...

tra l'altro lei ha fatto mettere telecamera di sicurezza (chiaramente
non utilizzabile in tribunale ne in procura perchè non dichiarata) dove
c'è la prova provata che lui da le martellate alla porta, l'ha fatta
vedere "non ufficialmente al commissario", che ha detto cmq "beh sai si
ma non si vede nemmeno bene che sia lui"
no comment
Soprano
2014-09-05 08:49:48 UTC
Permalink
Post by iceman
questo ï¿oe uno dei grandi vantaggi di vivere in affitto: succede una cosa del
genere, il giorno dopo sei fuori casa e problem solved
dai l'affitto sono i soldi piu buttati del mondo. paghi per anni e ti
ritrovi con un pugno di mosche in mano.
Paghi un servizio come tanti altri. C'e' un guasto, chiami il proprietario. C'e' un problema grosso, il giorno dopo sei fuori casa. Ti devi trasferire, nessun problema.

E te lo dico da proprietario, ci sono pro e contro in entrambe le cose. La casa di proprieta' e' una bella cosa, ma la devi mantenere, tasse, incazzature e se hai vicini di merda sono cazzi asprissimi e la tua vita puo' diventare un incubo.
mAx.71
2014-09-05 09:06:45 UTC
Permalink
Post by Soprano
E te lo dico da proprietario
/chiusa
Soprano
2014-09-05 09:16:11 UTC
Permalink
Post by mAx.71
Post by Soprano
E te lo dico da proprietario
/chiusa
eh no chiusa per nulla. Sono stato in affitto e ora sono
proprietario, posso giudicare per esperienza: ci sono pro e
contro di entrambe le cose. L'anno scorso che avevo un vicino che
ascoltava techno 10 ore al giorno ho rimpianto di non essere in
affitto, fidati. Poi chiaro: ora che non ho piu' mutuo e' una
goduria pagare solo i costi di condominio, ma l'affitto e' un
servizio come tanti altri, solo in Italia e' considerata
un'opzione di "serie B".
--
Soprano
meimato
2014-09-05 09:18:46 UTC
Permalink
Post by Soprano
Post by mAx.71
Post by Soprano
E te lo dico da proprietario
/chiusa
eh no chiusa per nulla. Sono stato in affitto e ora sono
proprietario, posso giudicare per esperienza: ci sono pro e
contro di entrambe le cose. L'anno scorso che avevo un vicino che
ascoltava techno 10 ore al giorno ho rimpianto di non essere in
affitto, fidati. Poi chiaro: ora che non ho piu' mutuo e' una
goduria pagare solo i costi di condominio, ma l'affitto e' un
servizio come tanti altri, solo in Italia e' considerata
un'opzione di "serie B".
pure io che sono proprietario penso che alla fine sia un terno all'otto e
paradossalmente l'affitto sia l'opzione più sicura che ti permette di vivere con
meno ansia
Z.
2014-09-05 09:23:48 UTC
Permalink
Post by meimato
Post by Soprano
Post by mAx.71
Post by Soprano
E te lo dico da proprietario
/chiusa
eh no chiusa per nulla. Sono stato in affitto e ora sono
proprietario, posso giudicare per esperienza: ci sono pro e
contro di entrambe le cose. L'anno scorso che avevo un vicino che
ascoltava techno 10 ore al giorno ho rimpianto di non essere in
affitto, fidati. Poi chiaro: ora che non ho piu' mutuo e' una
goduria pagare solo i costi di condominio, ma l'affitto e' un
servizio come tanti altri, solo in Italia e' considerata
un'opzione di "serie B".
pure io che sono proprietario penso che alla fine sia un terno all'otto e
paradossalmente l'affitto sia l'opzione più sicura che ti permette di vivere con
meno ansia
Ma al 100%.
Il paese è cambiato.
Una volta era sicuro meglio possedere, ora ti massacrano di tasse,
di rotture di cazzo e se ci son problemi sei fottuto.

Ovviamente parlo di appartamenti, una villa può essere diverso (ma
non sempre).
--
Z.
DLL
2014-09-05 09:31:50 UTC
Permalink
Post by Soprano
Post by mAx.71
Post by Soprano
E te lo dico da proprietario
/chiusa
eh no chiusa per nulla. Sono stato in affitto e ora sono
proprietario, posso giudicare per esperienza: ci sono pro e
contro di entrambe le cose. L'anno scorso che avevo un vicino che
ascoltava techno 10 ore al giorno ho rimpianto di non essere in
affitto, fidati. Poi chiaro: ora che non ho piu' mutuo e' una
goduria pagare solo i costi di condominio, ma l'affitto e' un
servizio come tanti altri, solo in Italia e' considerata
un'opzione di "serie B".
Basterebbe comprarsi casa dove hai altri proprietari che gia' conosci
come vicini o meglio ancora comprarsela direttamente senza vicini. :D

In 41 anni dopo aver abitato in 2 case di proprieta' e...5 in affitto i
problemi da non dormirci la notte li ho intoppati sfortuna vuole solo
con una di quelle in affitto e in misura minore nella casa dei miei
quando avevano messo in piedi nel condominio una ridicola faidarotfl
tra gattari e non...ed era tutt'altro che facile "prendere e
scappare"..in quelle due di proprieta' invece ero in una botte di ferro
visto che si trovavano in un vicinato di proprietari splendido(il nulla
nel caso di quella di adesso.) imho e' questione di culo in entrambi i
casi.
mAx.71
2014-09-05 12:34:05 UTC
Permalink
imho e' questione di culo in entrambi i casi.
si' ma lui dice: affitto il giorno dopo prendo e vado via
ora, a meno che sia in un hotel o in una casa arredata, non e' che sia
proprio un'operazione cosi' all'acqua di rose. per carita', sempre piu'
semplice che vendere una casa di proprieta', ci mancherebbe, ma se io devo
pensare di non comprare un appartamento/casa perche' forse c'ho i vicini
psicolabili, allora tanto vale sul serio andare a vivere in hotel e bona.

che c'hai pure la colazione gia' fatta.
DLL
2014-09-05 12:45:11 UTC
Permalink
Post by mAx.71
imho e' questione di culo in entrambi i casi.
si' ma lui dice: affitto il giorno dopo prendo e vado via
ora, a meno che sia in un hotel o in una casa arredata, non e' che sia
proprio un'operazione cosi' all'acqua di rose. per carita', sempre piu'
semplice che vendere una casa di proprieta', ci mancherebbe, ma se io devo
pensare di non comprare un appartamento/casa perche' forse c'ho i vicini
psicolabili, allora tanto vale sul serio andare a vivere in hotel e bona.
manfatti. ad averci i soldi direi soldissimo e di sicuro hai un gran
bel ricambio di vicinato. :D

imho corri piu' il rischio di vederti cambiare i vicini dal giorno alla
notte in un condominio in affitto che vederli vendere casa in un gruppo
di case tra persone a modino.

io ndo stavo prima, coi muri di carta di riso, ho dovuto convivere con
i peggio disgraziati e nonostante non avessi dentro i mobili col cazzo
che me ne potevo andare da un giorno all'altro...manco fosse gratis
spostarsi. toccava spaccarsi le mani nei muri per cercare di farli
smettere di fare casino e passare le notti insonni. altro che me ne
vado in un giorno.

in confronto il treno nel deserto che mi passa di fronte adesso e' una
cazzo di benedizione divina. altro che rimpianti per aver comprato
casa(casa che comunque in ogni caso come hai comprato alle bruttissime
puoi anche rivendere). e stessa cosa quando abitavo con la ex. li si
poteva tirare giu' la casa che i vicini non sentivano una sega e noi
una sega di loro. posto splendido anche li..giusto qualche pakistano di
troppo ma vabbe'..niente di drammatico
Post by mAx.71
che c'hai pure la colazione gia' fatta.
grand hotel icc.
mAx.71
2014-09-05 12:56:20 UTC
Permalink
Post by DLL
(casa che comunque in ogni caso come hai comprato alle bruttissime
puoi anche rivendere).
io ho cambiato casa l'anno scorso, c'ho il mutuo nell'appartamento vecchio e
questo e' un periodo non di merda, di piu' per vendere, infatti c'ho messo un
anno e mezzo, ma alla fine l'appartamento vecchio l'ho venduto (c'ho il
rogito sto mese).

purtroppo, rispetto a 4/5 anni fa quando appartamento uguale al mio ma di
minor prestigio (si trova al piano di sotto, il mio e' all'ultimo ed era meno
rifinito del mio) e' stato venduto con largo guadagno, vendendo adesso questo
io ci vado in perdita.

ma che vuol dire poi "perdita"? ho fatto due conti, e' come se avessi pagato,
per 12 anni, un affitto di manco 200 euro al mese per un appartamento di 70mq
in zona centrale di VR.

fossi andato in affitto MINIMO avrei speso sui 600 euro al mese per quella
tipologia di appartamento in quella zona, quindi, facendo due conti, ora ho
in saccoccia 57.600 euro che se fossi andato in affitto avrei dato al
proprietario.

per carita', per fortuna nessun psicolabile come vicino (a parte i soliti
cagacazzi, ma quelli purtroppo o si va a vivere in zona isolata come hai
fatto tu, o ti tocca), ma ripeto, se uno deve pensare di andare in affitto
perche' forse gli capita il matto che gli butta giu' la porta a martellate
allora forse e' veramente il caso di andare in hotel...

mAx.71
2014-09-05 08:44:12 UTC
Permalink
Post by Soprano
questo è uno dei grandi vantaggi di vivere in affitto: succede una cosa
del genere, il giorno dopo sei fuori casa e problem solved
ma io direi di piu', la vera vita si fa solo in hotel
Z.
2014-09-05 09:08:45 UTC
Permalink
Post by Soprano
siamo all'assurdo, questo non ï¿oe pazzo ma solo un po psicopatico,
l'unica sarebbe coricarlo di mazzate e fargliela capire, ma purtroppo
passeremo noi dalla parte del torto, che "poverino ï¿oe anche seguito dai
servizi sociali" (cit del commissario)
questo è uno dei grandi vantaggi di vivere in affitto: succede una cosa del genere, il giorno dopo sei fuori casa e problem solved
Non sai quanto ti quoto....
in + la casa se di proprietà diventa invendibile, perche gli
acquirenti possono essere ignari solo fino a un certo
punto...
--
Z.
iceman
2014-09-05 09:12:26 UTC
Permalink
Post by Z.
Post by Soprano
siamo all'assurdo, questo non ï¿oe pazzo ma solo un po psicopatico,
l'unica sarebbe coricarlo di mazzate e fargliela capire, ma purtroppo
passeremo noi dalla parte del torto, che "poverino ï¿oe anche seguito dai
servizi sociali" (cit del commissario)
questo è uno dei grandi vantaggi di vivere in affitto: succede una cosa del
genere, il giorno dopo sei fuori casa e problem solved
Non sai quanto ti quoto....
in + la casa se di proprietà diventa invendibile, perche gli
acquirenti possono essere ignari solo fino a un certo
punto...
peggio. per legge, se ci sono state vicende legali legate
all'appartamento, al momento della vendita lo devi dichiarare e far
scrivere sull'atto notarile, cosi le ha detto l'avvocato.
Z.
2014-09-05 09:21:09 UTC
Permalink
Post by iceman
Post by Z.
Post by Soprano
siamo all'assurdo, questo non ï¿oe pazzo ma solo un po psicopatico,
l'unica sarebbe coricarlo di mazzate e fargliela capire, ma purtroppo
passeremo noi dalla parte del torto, che "poverino ï¿oe anche seguito dai
servizi sociali" (cit del commissario)
questo è uno dei grandi vantaggi di vivere in affitto: succede una cosa del
genere, il giorno dopo sei fuori casa e problem solved
Non sai quanto ti quoto....
in + la casa se di proprietà diventa invendibile, perche gli
acquirenti possono essere ignari solo fino a un certo
punto...
peggio. per legge, se ci sono state vicende legali legate
all'appartamento, al momento della vendita lo devi dichiarare e far
scrivere sull'atto notarile, cosi le ha detto l'avvocato.
Il che ti motiva a non fare querele e cercare solo di inculare lo
sfigato dopo...
--
Z.
PandaR1
2014-09-05 08:50:41 UTC
Permalink
Post by meimato
mi ha colpito la prima lettera dello spazio lamentele per vecchi
(quindi lo leggo sempre e ogni tanto ci scrivo) de LaStampa di oggi
(specchio dei tempi), incredibile come gente ti possa rovinare la vita
minkia

solo in italia tremo
--
Fabio "PandaR1"
Xbox: pandar1
Skype: pandar1
c'ho la moto da corsa (cit. ginocogliottino)
(r1 del '98, 15 anni)
SIRCIARLY
2014-09-05 10:40:35 UTC
Permalink
quindi napoletana...
fizia
2014-09-05 12:27:59 UTC
Permalink
Post by meimato
mi ha colpito
Non ha pensato che forse gli sta solo sul cazzo?
Io con i miei vicini faccio regolarmente così.
Continua a leggere su narkive:
Loading...