Discussione:
[OT] 2014 is first year ever
(troppo vecchio per rispondere)
unkle
2014-10-20 15:07:36 UTC
Permalink
with ZERO platinum-certified records

http://www.deathandtaxesmag.com/229695/2014-is-first-year-ever-with-zero-platinum-certified-records/
Liutbald
2014-10-20 15:40:24 UTC
Permalink
Post by unkle
with ZERO platinum-certified records
http://www.deathandtaxesmag.com/229695/2014-is-first-year-ever-with-zero-platinum-certified-records/

unkle
2014-10-21 00:04:18 UTC
Permalink
Post by Liutbald
http://youtu.be/DUZhnx4wTxg
mitico Pinci
M@riettiello
2014-10-20 16:23:37 UTC
Permalink
Post by unkle
with ZERO platinum-certified records
http://www.deathandtaxesmag.com/229695/2014-is-first-year-ever-with-zero-platinum-certified-records/
Frozen OST!
Barone Cicala
2014-10-20 19:45:44 UTC
Permalink
L'industria discografica tutta ancora nun ha capito che ormai la soluzione degli "album" e' OBSOLETA. Ma da un pezzo.
Aveva senso prima, quando la distribuzione era su media fisico.
E lo dovrebbero anche capi' gli artisti stessi, quello e' un processo artistico che non ha piu senso di esistere.
Soprano
2014-10-20 19:52:59 UTC
Permalink
Post by Barone Cicala
L'industria discografica tutta ancora nun ha capito che ormai la
soluzione degli "album" e' OBSOLETA. Ma da un pezzo.
Aveva senso prima, quando la distribuzione era su media fisico.
E lo dovrebbero anche capi' gli artisti stessi, quello e' un processo
artistico che non ha piu senso di esistere.
mah, i concept album hanno segnato alcune le migliori pagine della storia
del rock, non vedo perche' dovrebbero essere abbandonati a favore della
musica usa e getta

e' che oggi si fa fatica a tenere una soglia di attenzione che superi i
due minuti
--
Soprano
Barone Cicala
2014-10-20 20:11:48 UTC
Permalink
La produzione e il processo artistico si e' sviluppato on quel modo in base al media che veniva usato per la distribuzione.
Non sto a dire che bisogna reinventarsi nella muscia usa e getta, sto dicendo che bisogna reinventarsi un processo artistico produttivo nuovo e diverso, che non deve neanche per forza passare da itunes e soci.
Soprano
2014-10-20 20:27:43 UTC
Permalink
Post by Barone Cicala
La produzione e il processo artistico si e' sviluppato on quel modo in
base al media che veniva usato per la distribuzione.
Non sto a dire che bisogna reinventarsi nella muscia usa e getta, sto
dicendo che bisogna reinventarsi un processo artistico produttivo nuovo
e diverso, che non deve neanche per forza passare da itunes e soci.
In parte e' vero che la tecnologia indirizza il processo artistico, in
parte si sentiva bisogno di un media che durasse piu' di 3 minuti fin
dagli albori, proprio perche' gli artisti volevano raccogliere un lavoro
omogeneo e raccontare una storia.

Le opere duravano 3 ore già 200 anni fa (e lasciamo perdere Wagner), i
concerti live si sono sempre aggirati su quella durata e tutt'ora durano
3 ore nonostante gli itunes e soci.

Insomma la durata degli album (o lp) si adatta bene da sempre a un certo
tipo di messaggio musicale.
--
Soprano
Barone Cicala
2014-10-20 20:42:34 UTC
Permalink
Io penso che oggi come oggi dovrebbero aprirsi un canale proprio a parte dove pubblicare in continuazione, opere organiche, pezzi singoli, ecc ecc.
La possibilita' c'e' come anche la possibilita' di distaccarsi completamente dalla distribuzione commerciale da parte di terzi.
Soprano
2014-10-20 20:46:53 UTC
Permalink
Post by Barone Cicala
Io penso che oggi come oggi dovrebbero aprirsi un canale proprio a parte
dove pubblicare in continuazione, opere organiche, pezzi singoli, ecc
ecc.
La possibilita' c'e' come anche la possibilita' di distaccarsi
completamente dalla distribuzione commerciale da parte di terzi.
Si i mezzi per esprimersi ci sono tutti quelli possiibili e immaginabili.
Il problema è che un'unica cosa è rimasta invariata da sempre: le ore di
una giornata restano sempre 24. E oggi in quelle 24 ci vogliamo ficcare
troppa roba, col risultato che pochi perdono piu' due ore per ascoltare
un disco. In altre parole, siamo nell'epoca della quantità che vince
sulla qualità.
--
Soprano
M@riettiello
2014-10-21 08:33:42 UTC
Permalink
Post by Soprano
Post by Barone Cicala
Io penso che oggi come oggi dovrebbero aprirsi un canale proprio a parte
dove pubblicare in continuazione, opere organiche, pezzi singoli, ecc
ecc.
La possibilita' c'e' come anche la possibilita' di distaccarsi
completamente dalla distribuzione commerciale da parte di terzi.
Si i mezzi per esprimersi ci sono tutti quelli possiibili e immaginabili.
Il problema è che un'unica cosa è rimasta invariata da sempre: le ore di
una giornata restano sempre 24. E oggi in quelle 24 ci vogliamo ficcare
troppa roba, col risultato che pochi perdono piu' due ore per ascoltare
un disco. In altre parole, siamo nell'epoca della quantità che vince
sulla qualità.
mah forse per i bimbetti e i non appassionati di musica...passate ore
intere a fa i giochetti, nottate intere...e non puoi ascoltare 33 minuti
di un album intero che ti piace?! io quando ho tempo ne ascolto anche 3
di fila di vinili interi, ma deve piacerti la musica, devi avere una tua
postazione di ascolto dove puoi apprezzarla e curarla
M@riettiello
2014-10-21 08:31:54 UTC
Permalink
Post by Barone Cicala
L'industria discografica tutta ancora nun ha capito che ormai la soluzione degli "album" e' OBSOLETA. Ma da un pezzo.
Aveva senso prima, quando la distribuzione era su media fisico.
E lo dovrebbero anche capi' gli artisti stessi, quello e' un processo artistico che non ha piu senso di esistere.
rotfl a cicà questa è la più grande cagata che hai scritto su icc...e
meno male che me ricordavo che suonavi a chitarina e te piaceva a'musica bah

il tuo discorso non ha senso, le opere artistiche devono essere libere
da schemi ok, a volte il supporto può imporne alcuni certo...ma l'arrivo
del cd o del dvd ha dimostrato che gli artisti o i consumatori non
desiderano più della durata di un 33 giri (dai 35 ai 45 min diciamo via)
per una serie infinita di motivi...ma l'idea che non esistano più album
è di una tristezza infinita, canzoncine usa e getta non raccontano
nulla, in 3 minuti non puoi esprimere un progetto artistico musicale,
puoi solo darne un estratto...
Sarà che compro solo vinili e rispetto profondamente il significato di
album come produzione espressiva di un artista, mi piace comprarlo
quando meritano almeno il 70% dei pezzi e ascoltarlo interamente senza
skip e distrazioni.

Cmq esistono da sempre singoli, EP, LP, etc...ma se la gente diventa
ignorante o distratta non è che per aiutarli facciamo i libri di 20
pagine, i dischi di 2 canzoni e i film di 15 minuti eh
meimato
2014-10-21 08:37:41 UTC
Permalink
Post by Barone Cicala
L'industria discografica tutta ancora nun ha capito che ormai la soluzione degli "album" e' OBSOLETA. Ma da un pezzo.
Aveva senso prima, quando la distribuzione era su media fisico.
E lo dovrebbero anche capi' gli artisti stessi, quello e' un processo artistico che non ha piu senso di esistere.
Sono d'accordo. L'artista deve essere libero di scegliere il metodo ed il supporto dove pubblicare il proprio lavoro, ormai quello fisico è obsoleto da usarsi al massimo come compendio a fine di una determinata fase artistico-lavorativa. Ciò non vuol dire che non debbano più esistere i concept, l'importante è lasciare libertà decisionale ai veri artisti, ma già in molti ci sono arrivati.
Comunque questi anni, grazie all'accessibilità agli strumenti e alla condivisione via rete sono davvero i più floridi artisticamente in qualsiasi campo, il problema rimane la quantità sconfinata nella quale però si nascondono gioielli in nuro sicuramente maggiore rispetto un tempo.
Barone Cicala
2014-10-21 10:34:40 UTC
Permalink
Ma non parlo dei concept album, parlo della classica produzione dell'album coi suoi 10-12 pezzi spesso scollegati tra loro e messi in ordine solo pe fa usci eventuali singoli
Continua a leggere su narkive:
Loading...